Scritto da il 14 settembre 2017

Oggi vi parleremo delle caratteristiche relative l’assetto e la campanatura di un veicolo, grazie ad un articolo tratto dal libro di Massimo Cassano “Il manuale del gommista”.

cassano_book

Angoli caratteristici dell’assetto di un autoveicolo

Gli angoli geometrici dell’asse anteriore di un veicolo sono:

  • convergenza totale delle ruote e semiconvergenze di destra e sinistra (mm);
  • inclinazione ruota o campanatura (in °);
  • angolo di incidenza (in °);
  • angolo di inclinazione del perno fuso (in °);
  • angolo incluso (in °);
  • massima sterzata interna (in °);
  • massima sterzata esterna (in °);
  • simmetria di sterzata (in °).

Gli angoli geometrici dell’asse posteriore di un veicolo sono:

  • convergenza totale delle ruote e semiconvergenze di destra e sinistra (mm);
  • inclinazione ruota o campanatura (in °);
  • angolo di spinta (in °).

Le distanze di simmetria sono:

  • disassamento o set back anteriore e posteriore (mm);
  • passo lato destro e lato sinistro (mm);
  • scostamento laterale tra gli assi (mm);
  • carreggiata anteriore e posteriore (mm).

Le distanze collegate con gli angoli geometrici:

  • braccio a terra trasversale collegato con inclinazione del perno fuso e campanatura (mm);
  • braccio a terra longitudinale collegato con l’angolo di incidenza (mm).

Campanatura (camber)

La campanatura, detta anche camber, è l’angolo di inclinazione verticale delle ruote, guardando il veicolo frontalmente, come rappresentato nelle figure. Può essere positiva (es. +1°), quando cioè la parte superiore della ruota è inclinata verso l’esterno del veicolo, negativa (es. –1°), quando cioè la parte superiore della ruota è inclinata verso l’interno del veicolo e nulla, cioè uguale a zero gradi (es. 0°), quando la ruota non è inclinata nè verso l’interno, nè verso l’esterno.

campanatura

La campanatura è un angolo geometrico fondamentale, in quanto da esso derivano importanti funzioni che il veicolo deve svolgere, tra le quali la tenuta di strada, sia in rettilineo che in curva, la corretta sterzatura, il corretto consumo degli pneumatici. Dal punto di vista della direzionalità del veicolo è opportuno ricordare che quest’angolo deve essere più o meno uguale sulle due ruote dell’asse anteriore, in quanto una differenza incrociata tra le due ruote di oltre 0°30’÷0°40′ provocherebbe una deviazione dalla marcia rettilinea. In questo caso il veicolo devierà dalla parte della ruota con inclinazione che maggiormente si avvicina al valore positivo, se l’altra ruota opposta è invece di segno negativo. Se ad esempio la ruota sinistra è +0°30′, mentre la destra è -0°15′, la vettura tirerà a sinistra, come illustrato in figura.

campanatura_differente

Se invece la ruota sinistra è +0°50′, mentre la destra è a +0°, la vettura tirerà unilateralmente a sinistra. Se invece entrambe le ruote hanno un valore positivo uguale o un valore negativo uguale, le forze laterali si compensano e si annullano a vicenda. Dal punto di vista della corretta usura degli pneumatici, la campanatura è un angolo fondamentale, quasi quanto la convergenza. Infatti un valore troppo negativo (es. -2°, come in figura), che va evidentemente oltre il range imposto dal costruttore, provoca un’usura irregolare e precoce all’interno del battistrada (fig.), viceversa un valore troppo positivo (es.+1°50′) causa un’usura maggiore all’esterno del battistrada. Ciò è dovuto evidentemente alla non perpendicolarità della ruota e del suo piano di appoggio sulla superficie stradale. Bisogna quindi ricercare un giusto compromesso, soprattutto in fase di progettazione prima e in fase di manutenzione dopo. I progettisti di autovetture sempre più spesso preferiscono impostare e dimensionare il camber a valori estremamente negativi (es. –1°÷1°50′), per trarne un’ottima tenuta di strada in curva, anche a velocità elevate. Ciò avviene perchè inclinando maggiormente le ruote all’interno del veicolo si abbassa sensibilmente il baricentro o centro di gravità, si allarga di qualche millimetro la carreggiata e di conseguenza si genera una resistenza ed una opposizione al ribaltamento del veicolo, soprattutto quando quest’ultimo marcia ad una velocità sostenuta. Come svantaggi di questa impostazione si avranno, come già accennato, usure precoci ed anomale degli pneumatici, anche dopo un breve chilometraggio (es. 10.000÷15.000 km).

Quindi in fase di manutenzione pratica in officina, trovandosi di fronte ad una campanatura ai valori normali del costruttore (anche se eccessiva), che però allo stesso tempo causa delle irregolarità di usura degli pneumatici, si può ovviare o compensare il problema modificando e impostando il valore di convergenza totale con segno opposto a quello della campanatura. In termini pratici, se quest’ultima è positiva (es. +1°) la convergenza totale dovrà essere negativa (es. -2 mm), altrimenti si avrà un maggiore consumo dello pneumatico sul lato esterno.